Il declino del partito personale

Prima gli scandali della Lega di Bossi, poi quelli di Di Pietro: in mezzo, la costante crisi del PDL di Berlusconi: è finita l’epoca dei partiti carismatici? Continua a leggere

Annunci

FLI esce dal governo, si apre la crisi

ROMA – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, incontrerà oggi pomeriggio i presidenti delle Camere, Gianfranco Fini e Renato Schifani. L’argomento sarà, inevitabilmente, l’ormai conclamata apertura della crisi di governo, dopo che ieri i 4 esponenti di Futuro e Libertà (il movimento recentemente fondato da Fini, uscito dal PDL) hanno rassegnato le loro dimissioni da membri del governo. L’uscita di un ministro, un viceministro e due sottosegretari naturalmente non implica di per sé l’apertura automatica della crisi. Ma questa, che sarà formalizzata nel momento in cui FLI si unirà alle opposizioni nel votare la sfiducia all’esecutivo, da ieri si è resa di fatto inevitabile e prossima. Continua a leggere

Fini chiede le dimissioni di Berlusconi

BASTIA UMBRA (PG) – La giornata di ieri ha fatto registrare un nuovo, decisivo passo verso l’implosione del centrodestra e la cridi di governo sempre più vicina. Al culmine di un lungo discorso (oltre un’ora e mezza) il presidente della Camera Gianfranco Fini ha pubblicamente chiesto che il presidente del Consiglio si dimetta. Forse più ancora dell’affermazione in sé (già “nell’aria” nella mattinata, dopo la pubblicazione di un’intervista rilasciata da Fini a un quotidiano tedesco) ha destato una certa impressione il boato di esultanza, si può dire liberatoria, della folta platea di presenti. Continua a leggere

D’Alema-Fini, prove d’intesa su governo di transizione

ASOLO (TV) – Prove tecniche di larghe intese. Si poteva intitolare così l’incontro tenutosi ieri ad Asolo, nel cuore del Veneto leghista (Treviso è la provincia più “verde” della regione più “verde” d’Italia), incontro organizzato dalla fondazioni “Italianieuropei” e “FareFuturo”. Continua a leggere

Fini a Napoli: “Alle Comunali mani libere”

NAPOLI – Gianfranco Fini ha scelto Napoli per la nuova puntata del suo smarcamento dalla maggioranza. L’occasione è stata la presentazione del libro “In alto a Destra” di Giuliano Compagno. Nella sala conferenze dell’hotel Ramada, a due passi da Piazza Garibaldi, oltre un migliaio di persone hanno ascoltato un Presidente della Camera a 360 gradi: partendo ovviamente da Futuro e Libertà, la nuova “creatura” finiana che, a detta di Fini, più che un nuovo partito è “un movimento d’opinione aperto a tutti, non solo a quelli che votavano centrodestra”; e che non sarà “la Lega del Sud”, perché per risolvere i problemi dell’Italia c’è bisogno di riscoprire “una nuova identità nazionale”. Fini dichiara addirittura che la scelta di staccarsi dal PDL è avvenuta in ritardo: “Forse siamo stati troppo prudenti. Dovevamo farlo prima”. Continua a leggere

Al via il nuovo partito di Fini: “Pronti alle elezioni”

Roma – È partito oggi, ufficialmente, il percorso costituente del nuovo soggetto di centrodestra, “Futuro e Libertà per l’Italia”, che al momento dispone di due gruppi parlamentari molto influenti in seno alla maggioranza (35 deputati, 10 senatori), a cui si aggiungono 4 eurodeputati. Continua a leggere