Il rischio politico in Italia (intervista a Le Fonti TV)

La questione della legge elettorale non riguarda solo i politici, ovviamente. In senso lato riguarda ovviamente tutti i cittadini, ma della questione si interessa da vicino anche chi si occupa di finanza: perché da come evolverà il percorso della nuova (?) legge elettorale dipenderanno molte cose, tra cui la data delle prossime elezioni e i contenuti della prossima legge di stabilità, tanto per citare le prime due cose che mi vengono in mente. Continua a leggere

Manovre di (in)stabilità

Puntata di Omnibus del 16 ottobre. Come altre volte, sono stato invitato a intervenire (in collegamento da Napoli) per illustrare un po’ di sondaggi che potessero dare un contributo al dibattito in studio. Stavolta i protagonisti del dibattito moderato da Gaia Tortora erano Daniela Santanché (Forza Italia), Arturo Scotto (Sel), Matteo Ricci (Pd), l’economista Alessandro De Nicola e il giornalista Alessandro Barbera (La Stampa). Continua a leggere

Ma quanti sono ‘sti migranti?

Venerdì scorso a Omnibus si è parlato – tra le altre cose – anche di Rom e di immigrazione. I due temi, nel magico mondo dell’informazione, sono collegati non tanto perché abbiano radici comuni o perché siano la spia di uno stesso problema: l’unica cosa che fa sì che se ne parli insieme è la presunta xenofobia del pubblico, sapientemente cavalcata da alcuni leader politici alla perenne ricerca di un nemico oggettivo, causa di tutti i mali (o quantomeno di buona parte di essi). L’italiano medio prova lo stesso senso di fastidio di fronte allo “zingaro” e di fronte al “clandestino” (soprattutto se è di colore oppure ha gli occhi a mandorla). Continua a leggere

Primarie e antimafia, ognuno le vede a modo suo

Puntata del 15 maggio di Omnibus su La 7, a cui ho partecipato per dare qualche numero nel finale (la solita “supermedia” dei sondaggi sulle intenzioni di voto più qualcosa sulla tanto discussa della scuola).

Per chi fosse interessato, qualche riflessione sul dibattito in studio. Continua a leggere

Verso Expo 2015: costi (sicuri) e benefici (attesi)

Si avvicina l’evento dell’anno, il famoso Expo 2015. Perché tutto questo clamore mediatico intorno a questo evento? Innanzitutto perché si tratta di un’occasione non da poco (come vedremo) per il paese ospitante, in termini di flussi di visitatori e soprattutto di investimenti dall’estero. Non a caso, l’assegnazione di Milano come sede dell’edizione 2015 fu festeggiata in Italia come una sorta di grande vittoria diplomatica internazionale, forse con enfasi un po’ eccessiva. Continua a leggere

Chi preferisce le preferenze?

È notizia di questi giorni (per quanto ricorrente con una certa periodicità) l’insofferenza della minoranza del PD nei confronti della leadership di Renzi, e del modo con cui la nuova dirigenza (in carica dall’ultimo congresso, cioè dal dicembre 2013) sta gestendo sia il partito sia il governo. Continua a leggere

A proposito di corruzione, articolo 18 e legge elettorale

Puntata del 13 dicembre 2014 di Omnibus, condotto questa volta da Alessandra Sardoni. Durante la trasmissione si è parlato soprattutto dello sciopero generale che ha bloccato l’Italia il giorno prima, ma anche di corruzione (gli scandali di “Mafia capitale” sono ancora freschi) e dell’azione del governo Renzi in generale. Continua a leggere

Intervento ad Agorà (Rai3)

Mercoledì 22 gennaio sono stato invitato ad “Agorà”, la trasmissione di approfondimento sui temi di attualità in onda tutti i giorni su Rai3. Perché? Per parlare delle simulazioni del cosiddetto “Italicum”, che ho pubblicato per YouTrend – e che sono state riprese anche da “Repubblica”.

Un ringraziamento speciale al conduttore Gerardo Greco e a Mia Ceran per l’invito.

Per chi fosse curioso di rivedere la puntata, è sufficiente cliccare sull’immagine in anteprima (il mio intervento inizia intorno al minuto 1:30:00)

agora-preview