2016, il bivio nelle urne: l’anno delle scelte “binarie”

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Il secondo dibattito televisivo tra Hillary Clinton e Donald Trump ha ancora una volta evidenziato le enormi differenze tra i due candidati alla successione di Barack Obama. Mai come in questa tornata le Presidenziali statunitensi hanno visto contrapporsi due visioni politiche così distanti, incarnate da due personaggi che sembrano fatti apposta per essere l’una l’esatto opposto dell’altro: nella biografia, nel carattere personale, nei valori, persino nel modo di fare campagna.
Continua a leggere

Annunci

La parabola delle riforme: quella fiducia in calo che fa “nascondere” la Boschi

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Con l’annuncio della data in cui si terrà il referendum costituzionale, la campagna elettorale è entrata nel vivo. I media hanno cominciato a dedicare molto più spazio alle ragioni – e ai protagonisti – di entrambi i fronti.
Continua a leggere

Effetti del terrore: l’islamico non c’è ma fa paura

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Gli avvenimenti degli ultimi anni hanno creato le condizioni ideali perché crescesse, in Italia e in Europa, un clima di crescente insicurezza e intolleranza verso tutto ciò che viene percepito come una “minaccia”.
Continua a leggere

Niente maggioranza: come sarebbe l’Italia con il Bersanellum

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Di recente si è tornati a parlare di modifiche all’Italicum, la legge elettorale approvata nel 2015. Perché questa improvvisa voglia di cambiare una legge appena entrata in vigore (1° luglio) e che Renzi ha fortemente voluto? Come al solito, può essere utile guardare ai numeri per avere una risposta.
Continua a leggere

Renzi si gioca tutto sull’affluenza: se cresce, sale il sì

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Le elezioni amministrative sono ormai alle spalle, ma hanno lasciato il segno: ne sono usciti nettamente indeboliti Matteo Renzi e il Pd, identificati dalla maggioranza degli italiani come i principali sconfitti alle urne. Mentre sembrano aver ricevuto una “spinta” notevole i partiti all’opposizione, a cominciare dal Movimento 5 Stelle, che secondo i sondaggi ha ormai raggiunto (e, secondo alcuni, superato) i dem nelle intenzioni di voto anche al primo turno.
Continua a leggere

Affluenza, dieci anni di fuga dalle urne: Roma, lo spartiacque

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Che la partecipazione al voto sia in costante calo da anni non è un mistero. Si è ormai diffusa la consapevolezza, non solo tra studiosi e addetti ai lavori, che il numero di astenuti ad ogni elezione è sempre più alto. I motivi alla base della crescente astensione sono tanti. Ma una precisazione va fatta: a elezioni di diverso livello corrispondono affluenze diverse.

Continua a leggere

Socialdemocrazia anno zero: l’Europa si è buttata a destra

(Articolo per Il Fatto Quotidiano)

Le elezioni presidenziali in Austria hanno avuto un esito sorprendente: non solo per l’esiguo margine di vittoria di Van der Bellen, ma soprattutto perché, per la prima volta dal dopoguerra, a competere per la prima carica dello Stato non è arrivato né un socialdemocratico né un popolare: i candidati di entrambi i partiti si sono fermati si sono fermati al 1° turno a un imbarazzante 11%.

Continua a leggere

Un anno di Jobs Act: solo l’8% degli italiani crede che funzioni

(Articolo per Il Fatto Quotidiano – scritto con Andrea Piazza)

Il Primo maggio, festa dei lavoratori, è un’ottima occasione per riflettere sul ruolo del lavoro nella società. Non tutto il lavoro – e non tutti i lavori – sono uguali. I diversi tipi di lavoratori (dipendenti o autonomi, operai o professionisti) hanno referenti politici diversi.
Continua a leggere