Chiesto il rinvio a giudizio per Cosentino

NAPOLI – La Procura di Napoli ha chiesto il rinvio giudizio per Nicola Cosentino, deputato e coordinatore del PDL in Campania. A Cosentino sarà contestato il reato di concorso esterno in associazione camorristica. Secondo i pm Narducci e Milita, Cosentino avrebbe goduto di appoggio elettorale da parte del clan dei Casalesi fin dal 1980, in cambio di favori di vario tipo – anche in relazione alla gestione dello smaltimento dei rifiuti nella Regione.

Sia Cosentino che i suoi avvocati si sono mostrati ansiosi di dimostrarne l’innocenza, ed è probabile che chiedano di saltare l’udienza preliminare ed andare direttamente alla fase dibattimentale per rispondere alle accuse. I pm infatti non hanno ritenuto utile alle indagini interrogare Cosentino, nonostante le richieste dei suoi avvocati perché fosse ascoltato fin dall’inizio.

Non si può non ricordare che sul capo del deputato campano del PDL (nonché ex sottosegretario con delega al CIPE) pende tuttora un mandato di cattura, più volte confermato sia dal tribunale del Riesame sia dalla Corte di Cassazione. Solo l’intervento della Camera dei Deputati ha impedito che per Cosentino si spalancassero le porte del carcere, quando con un voto a larga maggioranza (il centrodestra votò compatto, FLI compresa) respinse la richiesta di custodia cautelare del gip Piccirillo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...