Camera, governo battuto tre volte

ROMA – Per tre volte, ieri, il Governo è stato battuto alla Camera su tre distinte votazioni. L’occasione è stata data dalla presentazione di un emendamento del deputato radicale Mecacci (gruppo PD) alla mozione del PDL sull’amicizia tra Italia e Libia; e di altre due mozioni, una presentata dall’UDC e l’altra da Futuro e Libertà, su cui il Governo aveva espresso parere contrario.

La débacle del Governo non è stata casuale: sono infatti venuti a mancare, sistematicamente, i voti dei deputati di Futuro e Libertà. Secondo alcuni testimoni, al momento della votazione il capogruppo di FLI, Italo Bocchino, avrebbe così spiegato ai suoi deputati perché votare contro il Governo: “bisogna far capire a Berlusconi che senza i voti di Fini non va da nessuna parte”. E in effetti la materia oggetto delle votazioni (che costringeranno l’Italia a rivedere il trattato con la Libia per assicurare che i respingimenti dei barconi di immigrati avvengano rispettando la convenzione di Ginevra ed a premere affinché la Libia sottoscriva la convenzione Onu sui rifugiati) non era stata fino ad oggi motivo di contesa tra FLI e PDL-Lega. Le votazioni di oggi hanno dunque messo in evidenza come, anche quando non si tratta di votare la fiducia al Governo, il gruppo parlamentare FLI sia decisivo per avere la maggioranza dei voti alla Camera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...