Il progetto Spes Goal contro la dispersione scolastica

(Articolo per “Scuol@perta”)

I problemi della scuola superiore di Napoli e provincia sono grandi problemi. Sono grandi perché la provincia di Napoli è quella, in Italia, con il maggior numero in assoluto di studenti iscritti alla scuole superiori. Iniziative e dibattiti sui vari temi sono, proprio per questo motivo, mediamente presenti in misura maggiore che nel resto del Paese. Non c’è da stupirsi allora se, rispetto a quello che viene unanimemente considerato un vero e proprio cancro del mondo dell’educazione, la “dispersione” scolastica, vi sia una particolare attenzione.

La Provincia ha effettuato un’indagine su questo problema che lascia sbigottiti, per la crudezza delle cifre in sé e per il silenzio assordante su questa tema in stridente contrasto con la realtà dei fatti, rappresentata proprio da queste cifre. Diamo allora un rapido sguardo: su una popolazione studentesca complessiva, per quanto riguarda le scuole superiori, di circa 170mila unità, l’insuccesso scolastico (termine con cui si indica propriamente l’insieme delle bocciature e degli abbandoni) riguarda il 18% degli studenti, quasi uno su cinque. Questo dato, già di per sé impressionante, assume una connotazione ancor più allarmante se si considera che il 45% degli insuccessi totali riguarda il solo primo anno di corso! Su 100 studenti del primo anno, infatti, si riscontrano insuccessi per circa 30 di essi. Naturalmente questo dato risulta più verosimile se disaggregato per tipologia di istituto: se nei licei classico e scientifico, infatti, questa percentuale si aggira poco oltre il 10%, negli istituti professionali si superano spesso percentuali del 40%, con picchi del 50%. Praticamente uno studente ogni due. Questo fenomeno incide direttamente su quello, parallelo, della dispersione, poiché sei ragazzi su dieci vittime di insuccesso al primo anno di corso (il più critico, come abbiamo visto) non si ri-iscrivono l’anno successivo, nello stesso istituto od in un altro. Ecco dunque il nocciolo del problema: non si riesce a trattenere nel corso di studi medio-superiore gli studenti vittime di insuccesso. Questo problema ha radici profonde, e va affrontato coinvolgendo diversi settori, enti ed istituzioni. In questo senso, la Provincia di Napoli ha istituito un “osservatorio per l’attuazione delle deleghe in materia d’istruzione”, che ha elaborato un progetto sperimentale al fine di offrire tutte le possibilità, tramite attività di orientamento e rimotivazione e didattiche innovative, ai ragazzi in difficoltà. Il progetto prende il nome di “SPES GOAL – La scuola per il successo formativo: laboratorio di sperimentazione”, e si avvale della collaborazione di diversi enti ed istituti come la Facoltà di Sociologia dell’Università “Federico II” e quella di Scienze della Formazione dell’Università “Suor Orsola”, oltre a diversi centri di ricerca e per lo sviluppo. Collaborano a questo progetto anche la Regione Campania e l’Ufficio Scolastico Regionale. “SPES GOAL” inizia con questo anno scolastico nell’Istituto Professionale per il Commercio ed il Turismo “Caracciolo – S. Rosa” di Napoli; si è scelto questo istituto come punto di partenza in virtù della elevata percentuale, riscontrata negli anni scorsi, di insuccessi e abbandoni, insieme alla difficile realtà sociale della zona in cui si trova (quartiere Stella, vicino al rione Sanità). Insieme a queste e ad altre iniziative, l’assessorato provinciale alle Politiche Scolastiche guarda con favore agli ultimi provvedimenti ministeriali in tema di innalzamento dell’età dell’obbligo scolastico e alla possibile istituzione di una “anagrafe scolastica”, che possa individuare con esattezza la popolazione scolastica fin dalla nascita in modo da intervenire con maggiore efficacia laddove si verifichino casi di dispersione, magari anche con sanzioni, come avviene in molti paesi europei.

(15 ottobre 2006)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...