I giornalini scolastici

(Articolo per NapoliPiù, sezione “Scuola”)

In moltissime scuole di Napoli è ormai da anni in uso un interessante strumento di comunicazione-formazione per gli studenti: il giornalino d’istituto.

Ci sono diversi modi per preparare un giornalino. La sua gestione può essere affidata tanto esclusivamente agli studenti quanto ad un organo competente esterno che guidi i ragazzi nella realizzazione di questo progetto. Questa settimana abbiamo esaminato due esempi di entrambi i tipi di giornalino. Per cominciare, vediamo l’esempio di una scuola che ha usufruito dell’aiuto dell’associazione Reporter, che si occupa di informazione online. Si tratta della scuola media “Vincenzo Monti” di San Giovanni, in provincia di Napoli. Il giornalino, che esce ogni anno sul sito reporterservice.com, si chiama Pagine Partenopee, ed è costituito esclusivamente di articoli preparati dai ragazzi, ad eccezione dell’editoriale di apertura a firma del preside Giuseppe Pecoraro.

Gli articoli, corredati di foto fatte dagli stessi ragazzi (all’interno della scuola l’associzione Reporter tiene anche corsi di fotografia), trattano di cronaca, ambiente, problemi sociali nel territorio, sport, musica e c’è anche una pagina riservata alla creatività, con i lavori e le poesie dei ragazzi.

Al liceo Genovesi la situazione è diversa. Qui da molti anni (questo è l’ottavo) esce “Scratching”, un giornale interamente realizzato dagli studenti. La redazione si rinnova ogni anno, e la riunione di redazione si tiene il lunedi dopo le lezioni in un’aula apposita. Nei periodi migliori il giornale esce ogni due mesi, ma ci sono periodi di “magra” (come sembra essere l’attuale) in cui può non uscire per mesi, e chi vuole può acquistarlo per mezzo euro. Con i soldi ricavati si produce il giornale, realizzato al computer e fotocopiato in molte decine di copie. Gli articoli parlano di attualità, ci sono angoli satirici, racconti appositamente realizzati e recensioni (più o meno serie) di libri, cd musicali, film e locali per il sabato sera. Ma il pezzo forte di questo giornale, e il maggior motivo d’interesse per chi lo acquista, è l’angolo dei “messaggini”, in cui chiunque può vedere pubblicati i suoi commenti, le sue critiche (talvolta anche offensive, ma da quest’anno si è attivato un “filtro di censura” per oscurare messaggi troppo offensivi) e le sue dediche a chiunque, anche senza firmarsi. Quest’anno il giornale sembra essere leggermente in crisi, ma non è escluso che possa risollevarsi, qualitativamente e quantitativamente, magari ricorrendo ad una nuova formula editoriale o producendolo a colori.

(8 febbraio 2005)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...